Archivi autore: mila

BIOGRAFIA BREVE

Luciano Chinese nasce nel 1942; all’età di dodici anni si trasferisce a Venezia, dove frequenta la scuola d’Arte, poi l’Istituto d’arte, si diploma da privatista al Liceo Artistico per iscriversi alla Facoltà di Architettura e all’Accademia di Belle Arti. Appassionato di tutte le manifestazioni dell’arte, visita le mostre in un’epoca ricca di fermenti, ascolta i concerti della Fenice, segue le lezioni di Alta Cultura alla Giorgio Cini, ascolta e legge filosofi, storici dell’arte, letterati in una sete di conoscenza che caratterizza i suoi anni giovanili, ma che lo seguirà tutta la vita nella sua passione per l’arte e disegna, dipinge; le prime opere di un certo rilievo risalgono al 1960, dunque all’età di diciott’anni e sono opere che già risentono di quegli elementi spazialisti che poi, attraverso sperimentazioni diverse, approderanno allo spazialismo della sua produzione della maturità, uno spazialismo nuovo e diverso sia da quello di Lucio Fontana che da quello degli Spazialisti veneti, come dirà il critico e storico dell’Arte Toni Toniato, curatore di una sua Monografia del 2007. Egli presenta le sue opere in rassegne e premi già nel 1962-’63 e del 1967 è la sua prima mostra personale. Per tutta la vita Chinese pittore continua a dipingere e a sperimentare, passando attraverso fasi diverse, opere figurativo – simboliche, informali, pause di riflessione in cui studia e disegna, ma questi passaggi in realtà risultano una ricerca che approda poi nuovamente a varie forme di un originale spazialismo, come le opere degli anni ottanta, che proseguiranno negli anni novanta e duemila, in cui il suo spazialismo approda ad una ricerca delle trasparenze, non solo attraverso la pittura, ma attraverso la ricerca dei materiali e, in particolare, attraverso l’uso del vetro di Murano.
E’ una figura complessa quella di Luciano Chinese, aperta a tutte le forme dell’arte e desiderosa di libertà e sperimentazione, legata alle sue esperienze veneziane e non, al suo amore per la natura, che è parte integrante del suo amore per l’arte.

PER LA BIOGRAFIA COMPLETA: andare alla voce Home>Biografia


ARCHIVIO N. 858

                                                 Arch. n. 858

“Sognare di nuovo” stagnola blu stropicciata su compensato multistrati con applicazione di sagoma in polistirolo e vetri di Murano, cm. 100 x 70, anno 2017 Pubblicato nella monografia “Luciano Chinese. Sognare di nuovo” a cura di Alan Jones, Nuovospazio Edizioni, 2017

Contrassegnato , |

PARTECIPAZIONEDI LUCIANO CHINESE A THE VENICE GLASS WEEK

TVGW_logo_official_2018 

Dal 9 al 16 settembre 2018 avrà luogo a Venezia la seconda edizione del Festival del vetro, promosso dal Comune di Venezia e ideata da Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Giorgio Cini, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e dalla più importante realtà associativa di settore, il Consorzio Promovetro Murano.

 

Un comitato scientifico presieduto dalla storica del vetro veneziana, Rosa Barovier Mentasti e composto dai critici e curatori Chiara Bertola e Jean Blanchaert, dalla giornalista Uta Klotz, direttrice della rivista tedesca Neues Glas e dal chimico Marco Verita’, ha selezionato le richieste pervenute per la partecipazione al Festival. Molte sono le iniziative del Comitato Promotore alle quali si aggiungono le varie realtà culturali veneziane, muranesi e mestrine e coloro che per varie ragioni sono legati al vetro nella zona di Venezia e terraferma.

 

 

Luciano Chinese e la Galleria “Nuovo Spazio” parteciperanno con tre iniziative:

 

  1. Mostra personale: “ Luciano Chinese. Sognare di nuovo. Il vetro di Murano e il suo linguaggio nell’opera d’arte contemporanea” Dal 10 al 14 settembre ore 10-12 /16-19.30       Inaugurazione 9 settembre ore 17.00
  2. Presentazione del libro dello scrittore americano Alan Jones “Luciano Chinese. Sognare di nuovo”, Nuovospazio Edizioni-Venezia, 2017. Lingue: inglese e italiano. 9 settembre ore 18.00

Alan Jones scrittore newyorkese, massimo esperto della Pop Art americana, autore

tra gli altri del best seller “Leo Castelli. L’italiano che inventò l’arte in America”, Ed.

Castelvecchi

 

            

  1. Inaugurazione della mostra: 9 settembre ore 17.00.

 

         Inaugurazione della mostra “Luciano Chinese. Sognare di nuovo. Il vetro di Murano e il suo linguaggio nell’opera d’arte contemporanea”. Alle ore 17.00 sarà presente l’artista che illustrerà la propria opera e il percorso che lo ha portato ad utilizzare il vetro di Murano come componente essenziale del suo percorso nell’ambito dello Spazialismo ed il significato onirico del vetro nella sua opera. La mostra resterà aperta fino al giorno 14 settembre.

Alle ore 18.00 lo scrittore newyorkese Alan Jones presenterà la sua monografia su Luciano   Chinese“Luciano Chinese.Sognare di nuovo” Nuovospazio Edizioni Venezia, 2017

Sarà presente l’artista Ottavio Pinarello in qualità di coordinatore e di amico e conoscitore sia dell’artista Luciano Chinese che dello scrittore Alan Jones. In tale veste ha già partecipato alla presentazione del libro di Alan Jones alla Fondazione cassa di Risparmio di Gorizia  e al Centro candiani di Venezia-Mestre.

Seguirà un rinfresco.

 http://www.theveniceglassweek.com

http://theveniceglassweek.com/listing/luciano-chinese-sognare-di-nuovo-il-vetro-di-murano-e-il-suo-linguaggio-nellopera-darte-contemporanea

http://theveniceglassweek.com/listing/luciano-chinese-sognare-di-nuovo-il-vetro-di-murano-e-il-suo-linguaggio-nellopera-darte-contemporanea-2

 

http://theveniceglassweek.com/listing/presentazione-del-libro-di-alan-jones-sognare.di.nuovo

Le manifestazioni della Galleria “Nuovo Spazio” godono anche del patrocinio dei club per L’Unesco di Venezia e Udine

 

TVGW_logo_official_2018                  unesco

Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , |

Intervista a Luciano Chinese


MOSTRA PERSONALE DI LUCIANO CHINESE A VENEZIA, ZATTERE N.65-66 (PUNTA DELLA DOGANA)

LA MOSTRA SARA’ PROROGATA CON GLI STESSI ORARI

images2

 

 

 

 

SABATO 13 GENNAIO 2018 ORE 18.00

LUCIANO CHINESE :INAUGURAZIONE MOSTRA PERSONALE VENEZIA – ZATTERE N. 65-66 (PUNTA DELLA DOGANA)

(tra la Fondazione Emilio Vedova e la Fondazione François Pinault)

Alla presentazione dell’opera di Alan Jones “Luciano Chinese. Sognare di nuovo” al Centro Candiani di Venezia fa seguito l’indomani l’inaugurazione della mostra personale dell’artista Luciano Chinese a Venezia, alla Punta della Dogana, tra la Fondazione Vedova e la Fondazione Pinault, Zattere 65-66.

La mostra resterà aperta ogni giorno dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30 fino al 21 gennaio.

Saranno esposte opere appartenenti allo stesso periodo di quelle pubblicate nell’opera di Alan Jones, quelle cioè in cui Chinese usa il vetro di Murano, opere della serie “Sognare di nuovo”.

L’artista gode del patrocinio dei Club per l’Unesco di Udine e di Venezia.

 

unesco

 

 

 

 

 

Per info: tel.3357063832

 

 

 

 

 

 

Contrassegnato , , , , |