LUCIANO CHINESE MOSTRA PERSONALE ALL’UNIVERSITA’ DI FRIBURGO (GERMANIA)

COMUNICATO STAMPA

 

LUCIANO CHINESE

MOSTRA PERSONALE

UNIVERSITA’ ALBERT-LUDWIGS

PLATZ DER UNIVERSITÄT 3

D-79098  FREIBURG

                                       

DAL 12 AL 16 MAGGIO 2014

 

Tra le numerose mostre organizzate in Gallerie e Musei, Luciano Chinese è stato più volte invitato ad esporre in importanti sedi universitarie: Università Denis Diderot di Parigi nel 2009, Università Humboldt di Berlino nel 2012; Quest’anno Luciano Chinese è invitato dall’Università Albert-Ludwigs di Friburgo, Germania a esporre dal 12 al 16 maggio.

L’Università di Friburgo è la più antica Università della Germania, infatti è stata fondata nel 1457 da Alberto VI d’Asburgo.

La città di Friburgo si trova al confine tra Francia e Svizzera e già nel Medioevo era un’importante centro di passaggio tra il nord ed il sud Europa e tra l’ovest e l’Europa centrale. La città nella sua movimentata storia è stata governata da diversi Signori, tra cui Austriaci, Francesi e Tedeschi. Ogni epoca ha lasciato a Friburgo le proprie tracce culturali ed architettoniche. Questa internazionalità storica ha fatto sì che la città diventasse uno dei più importanti centri culturali ed economici della Germania del sud.

L’Università Albert-Ludwigs è molto importante per gli scambi internazionali ed ha un altissimo tasso di studenti stranieri; inoltre ha varie Università partner in Europa: Scozia. Inghilterra. Irlanda, Portogallo, Spagna, Francia, Austria, Italia, Svezia, Danimarca, Australia, Nuova Zelanda, Asia, Israele, Africa, Stati Arabi, Stati Uniti, Canada, Giappone e Cina. L’Università di Friburgo inoltre collabora strettamente con le Università vicine della Svizzera del nord e dell’Alsazia ed è tra i membri fondatori della confederazione europea delle Università dell’Alto Reno (EUCOR): in questo programma ricercatori e studenti cooperano in simposi, seminari e corsi di formazione nelle lingue tedesco, francese e inglese e  una tessera studenti EUCOR, rilasciata da tutte le sette università EUCOR permette agli studenti di partecipare senza alcuna formalità alle lezioni tenute alle università collegate, di usufruire delle biblioteche universitarie e dei vari istituti e di usare le mense.

In questo clima di internazionalità e di scambi culturali si inserisce la mostra dell’artista Luciano Chinese, un artista che ha cercato sempre rapporti con le più svariate zone d’ Europa: e  con le diverse culture: ha esposto a Kharkov , in Ucraina nel 2008 e nel 2010, a Kiev nel 2011, tenendo anche al Museo Nazionale d’Arte Bodgan e Varvara Hanenko una conferenza sull’arte contemporanea italiana e i suoi rapporti internazionali, conferenza che ha riscosso un notevole successo ed ha visto la partecipazione di studenti ed intellettuali desiderosi di aprirsi ad una dimensione europea nella nuova Ucraina; ha poi esposto più volte in Francia, in Germania, in Svizzera e in Spagna, oltre che in numerosi Musei italiani.

 La mostra gode del patrocinio dei club Unesco di Venezia e Udine.

 

 

Con preghiera di pubblicazione e/o diffusione

 

Per info: 0039 3357063832

                 0039 337865200

www.luciano-chinese.com

www.galleria-nuovospazio.com

Università Albert-Ludwigs di Friburgo, Germania

 


 

 

 

    


PARTECIPAZIONE ALLA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO 2013

5 Ottobre 2013 : Partecipazione alla Giornata del Contemporaneo con due eventi:

MOSTRA PERMANENTE ALLA GALLERIA “NUOVO SPAZIO” SEDE DI VENEZIA-MESTRE,via Piraghetto 41

su appuntamento: tel.  0039 337865200

http://www.amaci.org/gdc/nona-edizione/luciano-chinese

STUDIO APERTO A MARIANO DEL FRIULI (GORIZIA)

su appuntamento: tel.    0039 337865200

http://www.amaci.org/gdc/nona-edizione/luciano-chinese


2013

test


Presentazione di un’installazione di Luciano Chinese: creazione di un ambiente

Il 6 settembre alle ore 18.00 Luciano Chinese presenta una propria installazione, creazione di un ambiente alla galleria “Nuovo Spazio” di Udine in via Manin 8, int7 (Palazzo Manin).
Presenta il giornalista televisivo Vito Sutto.

COMUNICATO STAMPA

Creazione di un ambiente

installazione di Luciano Chinese

Galleria Nuovo Spazio

via Manin 8/7 (Palazzo Manin) Udine

inaugurazione venerdì 6 settembre ore 18.00

Presenta il giornalista televisivo Vito Sutto

Fino al 21 settembre

aperto dal martedì al sabato, ore 16.00 – 19.30

Luciano Chinese presenta nella sua galleria di Udine una sua nuova installazione. la creazione di un ambiente, di un ambiente soprattutto mentale.

Luciano Chinese è conosciuto come artista dello spazio, di uno spazio possibile, geometrico e non geometrico, suggestione mentale, di uno spazio che al suo limite umano supera il confine della conoscenza per arrivare all’infinito, in uno spazio nero in cui l’umanità non è presente e quindi è definibile come spazio antiumano; geometria ed antigeometria si oppongono e si compenetrano;

Luciano Chinese ha creato in giovane età la sua pittura poetico-dinamica utilizzando forme circolari ed ellittiche, dando già dall’inizio l’idea della non dimensione, del dinamismo armonico suggerito da tali forme e dai gesti che le potevano generare. Il cerchio è simbolo di instabilità; Chinese si libra nell’aria e il cerchio può essere visto da varie angolature; il cerchio è contemporaneamente simbolo di geometria e di antigeometria, di perfezione e di instabilità, soprattutto di libertà. Nella trasformazione della sua Galleria, la “Nuovo Spazio” ( e il nome è già pieno di possibili suggestioni) in un ambiente poetico-mentale, i cerchi dipinti ed appesi ad un filo creano uno spazio pieno di suggerimenti poetici, determinati dai loro contenuti pittorici e dal loro lento oscillare. L’installazione proposta da Chinese evidenzia il valore spaziale del cerchio e della sfera al di fuori della bidimensionalità, creando un ambiente suggestivo, capace di far spaziare la fantasia dell’osservatore, che diventa parte integrante dell’opera e creatore egli stesso di uno spazio senza confini, di un microcosmo che però non ha limiti, che è riproducibile all’infinito e il cui limite è dato solo dalla finitezza dell’ambiente in cui ha luogo l’installazione, ma che può estendersi fuori dalle pareti di esso, librandosi nello spazio.

Il critico d’arte e giornalista televisivo Vito Sutto, che presenterà l’opera di Chinese, ha ritenuto di intravvedere un rapporto ideale tra l’opera di Chinese e la concezione di fondo dell’opera letteraria di Claudio Magris, nella considerazione degli spazi che separano, dei confini sia fisici che mentali di ciascun uomo e nella sua aspirazione ancestrale al loro superamento.

Molte delle opere di Chinese, d’altronde, rappresentano delle divisioni, delle divisioni sofferte, non volute e il desiderio di riunificazione in uno spazio senza limiti né fisici, né temporali, né culturali, ma in uno spazio umano e poetico, fatto di libertà, nella quale però la geomentria interviene come elemento di ordine.

Una mostra da non perdere.

La mostra gode del patrocinio dei club Unesco di Udine e di Venezia.

Con preghiera di pubblicazione e/o di diffusione

Per info: 0039 335 7063832

galleria.nuovospazio@gmail.com

Contrassegnato , , , , , |