Nel 2011 inaugura una mostra personale alla Casa dei Carraresi di Treviso, della Fondazione Cassamarca, in settembre espone con una Mostra personale al Museo Nazionale d’Arte Bodgan e Varvara Hanenko di Kiev, in collaborazione con Staprius Club di Kharkov, dove terrà anche una conferenza sull’arte contemporanea in Italia e in ottobre espone con una mostra personale alla Banca di Cividale, a Cividale del Friuli – Udine.

Nel 2012 è invitato ad esporre all’Università Humboldt di Berlino e l’Università acquista alcune sue opere per la propria collezione; al ritorno da Berlino espone a Udine alla galleria “La Loggia” dove verrà a incontrarlo il suo vecchio amico e compagno di scuola, Dino Zoff.

Nel 2013 presenta un’installazione nella propria galleria con il critico Vito Sutto e partecipa nuovamente alla Giornata del Contemporaneo.

Nel 2014 viene invitato nuovamente in un’Università tedesca, la più antica della Germania, un’Università a vocazione internazionale, l’Università di Friburgo;

L’installazione dell’anno precedente gli vale l’invito ad esporre, nell’ambito di “Open”, mostra internazionale di scultura e installazioni nella città di Venezia, in concomitanza con la mostra del Cinema, all’Isola di San Servolo.

Partecipa alla giornata del Contemporaneo 2014

Intanto, come gallerista, riprende i contatti con gli amici e compagni di scuola dell’arte cinetica, Marina Apollonio che conosceva dai primi anni in cui operava come gallerista, poiché frequentava la casa del padre, Umbro Apollonio, con il quale aveva organizzato importanti mostre nella prima sede della Galleria “Nuovo Spazio” a Folgaria di Trento, la cui insegna era una delle prime opere di Marina Apollonio, Franco Costalonga, che frequentava l’Istituto d’Arte di Venezia negli stessi anni di Chinese, Sara Campesan, la fondatrice del Gruppo Verifica 8+1, Aldo Boschin, ex compagno di scuola; organizza nella sua Galleria di Udine una mostra di arte cinetica e programmata, con opere di Bruno Munari, Nicolas Schoffer, Getulio Alviani, Marina Apollonio, Franco Costalonga, Nanda Vigo, Dadamaino, Lucio Fontana, Alberto Biasi, Giovanni Anceschi, Bernard Aubertin, Victor Bonato, Gianni Colombo, Gabriele De Vecchi, Edoardo Landi, Adolf Luther, Manfredo Massironi, Gunther Uecker, Grazia Varisco e pubblica un catalogo, “Visioni” con la propria Casa Editrice, la “Nuovospazio Edizioni”, in collaborazione con Artetivù di Marcon-Venezia.

Come artista continua a creare opere sempre nuove, riprende a lavorare con i vetri di Murano e a creare opere con metalli, vetri e legno su fondi dipinti, racchiusi in una teca di policarbonato, volumi, quadri sculura. Continua ad essere presente nelle aste e nelle fiere: Artefiera di Napoli, Casa d’Aste Farsetti, Casa d’Aste Pananti, Fidesarte di Venezia-Mestre, Casa d’Aste Artesegno di Udine. Artetivù di Marcon-Venezia presenta alcune sue opere.

Incomincia il 2016 con una mostra personale a Bussolengo (Verona), alla Rigo Gallery e continua ad essere presente nelle Case d’Asta.

Dall’ 8 al 30 aprile gli viene organizzata una mostra personale alla Galleria “Laboratorio 2 International di Udine, con la presenza del critico d’arte Diego Collovini.

Dal 3 settembre al 3 Novembre 2016 partecipa ad una mostra collettiva internazionale alla Galleria Itinerarte di Novella dei Carraresi a Venezia, dove espone alcuni quadri recenti che gli valgono l’apprezzamento dello scrittore  e critico d’arte Alan Jones, con il quale poi si incontrerà ripetutamente per preparare una pubblicazione relativa alle opere di Luciano Chinese con i vetri di Murano.

Il 15 ottobre partecipa alla 12a Giornata del Contemporaneo

Opere dell’artista figurano in importanti collezioni pubbliche e private: Banco Popolare-Banca Aletti, Museo Umbro Apollonio, Museo Pagani di Castellanza – Varese, Cassamarca-Treviso, Biblioteca Statale Isontina di Gorizia, Università Humboldt di Berlino, Museo d’Arte di kharkov (Ucraina), Museo Vetrario Berengo-Murano (Venezia), Libreria Bocca di Milano e in vari cataloghi di Case d’Asta. Documentazione relativa all’opera dell’artista si trova all’Archivio Storico della Biennale di Venezia, alla Fondazione Ragghianti di Lucca, all’Archivio Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea Museo Bandera di Busto Arsizio (Varese), all’Istituto di Cultura tedesca a Firenze, al Centro Friulano Arti Plastiche di Udine, Biblioteca Nazionale Isontina di Gorizia, Museo Pagani – Castellanza (Varese), Dates Automovil España , Barcellona (Spagna), Quadriennale di Roma, Museo Cantonale d’Arte di Lugano (Svizzera), Catalogo Comanducci, Museo vetrario Berengo (Murano – Venezia), Biblioteca Nazionale François Mitterrand-Parigi, New Contemporary Art Museum – New York, Galleria Internazionale d’Arte Moderna- Ca’ Pesaro-Venezia, Biblioteca Braidense-Milano, Istituti di Cultura Italiana a New York e a Kiev, Moma di New York, Fondazione Cassamarca di Treviso, Biblioteca Nazionale di Firenze, Mambo di Bologna,Centro Pinchuk di Kiev, Museo d’Arte di Kharkov.